Visualizzazione post con etichetta stoner honda. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta stoner honda. Mostra tutti i post

la Honda di Stoner con i colori HRC


Non ci sarebbero mai sponsor, sulla carena della prossima RC212V di Casey Stoner. La struttura che gestirà la moto dell’australiano sarà direttamente gestita dal reparto racing della Honda, con i suoi storici colori bianco/rosso/blu. Il team Repsol rimarrebbe invariato per il 2011, con Dani Pedrosa come prima guida e Andrea Dovizioso nello scomodo ruolo di veloce gregario.

Livio suppo, di conseguenza, tornerebbe dal suo adorato biondino nel team costruito apposta per lui dal Giappone, lasciando la gestione del team Repsol ad Alberto Puig. L’elaborazione grafica di RacerGP.com illustra quella che potrebbe essere la potenziale livrea della terza Honda ufficiale. Per il resto attendiamo le conferme a questi molto probabili rumors, che dovrebbero arrivarci entro l’ultima gara di Valencia.

STONER prova la honda

Casey Stoner è apparso raggiante dopo il suo primo contatto con la Honda ufficiale: «la moto è eccellente, il suo potenziale è altissimo. Mi ha impressionato il motore, che è estremamente dolce. Sono soddisfatto di tutto». Questa frase ha lasciato tutti stupefatti perché di solito quando i piloti Honda parlano del motore lo giudicano aggressivo e difficile da sfruttare...Ieri Stoner ha utilizzato la RCV 2010, il debutto sulla 2011 è previsto per la giornata odierna. Sulla moto nuova – la Honda ha portato novità sia per il telaio che il motore – hanno lavorato Andrea Dovizioso, Dani Pedrosa e anche Marco Simoncelli. E si sono detti tutti soddisfatti perché non ci sono rivoluzioni, ma tanti affinamenti: è quello che ci vuole per non trascorrere una stagione come quella del 2010, passata a provare novità più che a mettere a punto una moto già equilibrata. Va da sé, considerando anche le parole di Stoner, che la Honda sta già facendo paura a tutti. Però per adesso a fare paura è Jorge Lorenzo che ieri ha letteralmente giocato; il campione del mondo ha fatto ciò che ha voluto, durante la comparazione tra la M1 2011 e la nuova. Del resto lui non ha cambiato niente, quindi non deve perdere tempo per adattarsi a qualcosa di nuovo. Il riferimento, quindi, per adesso è sempre lui. Oggi c’è meno vento sulla pista di Cheste, e la temperatura è un po’ più calda: i piloti dovrebbero spingere di più.

notizie dal web